Infiammazione alla cervicale: scopri le cause

Se vuoi trovare una soluzione ai tuoi problemi di infiammazione alla cervicale, scopri le cause di questa patologia dolorosa così da ridurre al minimo gli episodi di cervicalgia (dolore cervicale).

In questa sezione prenderemo in esame tutte le possibili cause dell’infiammazione alla cervicale e cercheremo di indicare le possibili soluzioni per capire come sfiammare la cervicale.

Infiammazione alla cervicale: sintomi

Per capire meglio questo disturbo andiamo a vedere quali sono i sintomi della cervicale infiammata.

La cervicalgia è un dolore localizzato a livello delle vertebre cervicali e quindi nella parte posteriore del collo. Questo dolore può estendersi alle spalle e a volte anche alle braccia così da rendere difficili i movimenti.

Tra i sintomi più comuni ci sono: dolore e limitazione articolare del collo, contrattura muscolare, scarsa forza degli arti superiori, disturbi della sensibilità alle braccia o mani, mal di testa, nausea e sbandamenti da cervicale. Quindi la cervicale da sintomi neurologici e muscolari. 

Sempre più persone con problemi alla cervicale accusano sintomi come vertigini da cervicale e nausea e questo è molto invalidante. 

Ma quanto dura l’infiammazione cervicale? Si parla di cervicalgia acuta se il dolore dura meno di un mese mentre se questo dura più di un mese o anche tre mesi parliamo di cervicalgia subacuta. Se si protrae più di tre mesi è cronica.

Cervicale infiammata: le cause

Hai la cervicale infiammata e ti chiedi il perché? Scopriamo ora le cause che provocano un’infiammazione alla cervicale.

Queste sono molteplici e di varia natura.

  • Sedentarietà: chi conduce una vita sedentaria possiede dei muscoli poco allenati e poco tonici che non riescono a sostenere in maniera adeguata la colonna vertebrale e la zona cervicale.
  • Postura: assumere delle posizioni scorrette quando si lavora alla scrivania o al PC, sul divano o anche camminando in modo sbagliato può dare origine a infiammazione della cervicale e dolore. Stare molte ore con il busto piegato mentre si lavora o passare molto tempo in auto alla guida predispone a problemi cervicali. Anche utilizzare sedie, letti o divani inadeguati ci fa avere una postura sbagliata.
  • Eventi traumatici: un colpo di frusta, un infortunio sul lavoro, portare oggetti pesanti ma anche colpi di freddo e traumi alle articolazioni possono portare a schiacciamenti o compressioni della colonna o delle vertebre e contratture o stiramenti muscolari nella zona del collo
  • Artrosi cervicale: patologia degenerativa che si aggrava con l’età in cui la cartilagine dei dischi intervertebrali si consuma con conseguente avvicinamento delle vertebre. Questo provoca compressioni della colonna che vanno a schiacciare le terminazioni nervose portando a dolore e rigidità al collo
  • Ernia cervicale: protuberanza che provoca la fuoriuscita del disco dalla sua sede naturale
  • Problemi dentali: una malocclusione, cioè un appoggio anomalo dei denti quando si chiude la bocca così che non combaciano in modo corretto porta a problemi mandibolari che generano dolore al tratto cervicale. Inoltre bruxismo e cervicale sono collegati.
  • Stress: spesso si associano i sintomi della cervicale e ansia proprio perché lo stress psicofisico prolungato e uno stato di ansia costante portano a ripercussioni a livello del collo con conseguenti contratture e dolore. Leggi anche il nostro articolo “Ansia e cervicale”.
  • Attività fisica errata: alcuni esercizi o alcuni attrezzi che utilizziamo a casa o in palestra possono favorire l’insorgenza di questo disturbo. Una sbagliata modalità di esecuzione di tali esercizi o un utilizzo impreciso di attrezzi per ginnastica può richiedere uno sforzo eccessivo dei muscoli del collo. Anche non eseguire esercizi di stretching è un errore in tal senso. Potenziare alcuni muscoli e non quelli del collo porta poi ad una debolezza di questa zona che tende ad infiammarsi
  • Difficoltà digestive: se si manifesta dopo un pasto, la cervicale può essere dovuta a patologie dell’apparato gastrointestinale come gastrite o infiammazione e calcoli alla cistifellea. Queste difficoltà digestive possono ripercuotersi sulla zona cervicale
  • Caratteristiche anatomiche patologiche: scoliosi, cifosi dorsale oppure lordosi possono provocare sintomi in tutta la colonna vertebrale compresa la zona alta
  • Sovraccarico funzionale: la ripetizione continuativa di certi movimenti con la testa può stressare il tratto cervicale portando a dolore
  • Posizione anomala durante il sonno: se nel dormire la testa si ritrova con un’angolazione sbagliata per lungo tempo i muscoli del collo possono contrarsi

Conoscendo le cause alla base del nostro disturbo possiamo capire meglio come combattere la cervicale infiammata andando ad agire sul nostro stile di vita in modo da ridurre al minimo gli episodi acuti.

Il problema non sparirà definitivamente ma potremo gestirlo meglio anche con l’aiuto di farmaci e altri rimedi naturali molto efficaci che ora vediamo.

Cervicale infiammata cosa fare? 

Ma cosa prendere per l’infiammazione alla cervicale? Qual è il miglior antidolorifico per cervicale?

Per ridurre il forte dolore e l’infiammazione la soluzione più veloce e immediata è l’assunzione di farmaci antinfiammatori (FANS).

Esistono diversi principi attivi che si possono utilizzare: ibuprofene, naproxene, diclofenac, nimesulide.

In caso di dolore acuto e intenso il medico potrà prescrivere anche dei corticosteroidi e miorilassanti. 

Questi farmaci però non sono esenti da effetti collaterali e non possono essere assunti in maniera prolungata.

Andiamo quindi a vedere come curare la cervicale senza farmaci.

Infiammazione cervicale rimedi naturali

Attività fisica

Innanzitutto è importante praticare una regolare e adeguata attività fisica in modo da potenziare i muscoli e l’articolazione del collo.

Anche eseguire ogni giorno esercizi specifici per tonificare i muscoli della zona colpita è fondamentale. Tra l’altro l’esercizio fisico aiuta anche a ridurre lo stress e quindi a non accumulare tensione sulla cervicale, a tal proposito puoi leggere l’articolo “cervicale e ansia”.

Pomate e creme naturali

Tra i rimedi naturali per cervicale e vertigini citiamo olii essenziali alla lavanda e rosmarino,  arnica, integratori per cervicale, termoterapia con acqua calda da applicare nella zona interessata. 

Crema a base di arnica

L’arnica è conosciuta da millenni come potente antinfiammatorio e analgesico naturale e se unita ad altri antidolorifici naturali come canfora, mentolo, artiglio del diavolo si ottiene una crema che diventa un vero e proprio trattamento per curare e alleviare i sintomi della cervicale. Noi proponiamo due soluzioni come acquisto singolo o abbonamento che puoi acquistare cliccando qui sotto. 

Questo articolo sulle cause e i rimedi per l’infiammazione della cervicale ti è piaciuto o pensi possa essere utile a qualcuno? Condividilo sui tuoi social.

Lascia un commento